Desenzano, si dà fuoco dopo fuga. In stato di fermo al Gaslini

Petru Lucaci è in prognosi riservata all'ospedale di Genova. Nel suo tentativo di uccidersi ha riportato ustioni.

(red.) E’ in stato di fermo all’ospedale Gaslini di Genova, dove è stato trasferito nel Centro grandi ustionati dal Civile di Brescia, il 60enne Petru Lucaci. Si tratta del rumeno accusato di tentato omicidio e che era stato rintracciato lunedì sera 20 gennaio a bordo della sua auto in via Dolarici a Desenzano del Garda dopo due giorni di fuga.

Infatti, in precedenza a Carpenedolo, nella bassa bresciana, nell’abitazione di via 2 Giugno aveva malmenato la compagna ucraina 27enne e dato fuoco alla casa pensando che la donna fosse rimasta all’interno. Invece, si era salvata. Lunedì sera, quando l’uomo è stato rintracciato a Desenzano, alla vista dei militari si era accoltellato e poi cosparso l’auto di benzina dandosi fuoco.

Ma era stato estratto in tempo dal veicolo e portato in ospedale. Da ieri, martedì, si trova ricoverato in prognosi riservata al Gaslini di Genova con diverse ustioni di secondo grado e sottoposto a fermo da parte della procura di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.