Desenzano, contesta multa e denuncia due vigili

Lo scorso ottobre una turista genovese si era vista rovinare la serata dalle sanzioni inflitte ai loro veicoli in sosta. Il caso è destinato ad archiviarsi.

Più informazioni su

(red.) Rischia di finire in tribunale a Brescia, ma potrebbe anche mai approdare vista la richiesta di archiviazione, una vicenda che era accaduta lo scorso ottobre del 2018 a Desenzano del Garda, in provincia. Una turista genovese di 46 anni con altri due amici avevano deciso di parcheggiare sul lungolago al Porto Vecchio, vicino a un ristorante, per godersi una serata. Peccato che sul posto sia vigente il divieto di fermata e per questo motivo un agente della Polizia Locale aveva rifilato una serie di multe.

Ma la cittadina ligure non l’aveva presa per niente bene. Di fronte alla sanzione, si era rivolta al comandante e al poliziotto della municipale contestando la multa e sentendosi dire di potersi rivolgere al giudice di pace. Così ha fatto e in effetti la sanzione le era stata annullata, ma per la sosta (il divieto era per la fermata). Un vizio di forma, insomma.

Tuttavia, la donna aveva persino deciso di denunciare l’operatore per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico e anche nei confronti del comandante, reo di aver presentato una documentazione errata sul luogo del misfatto. Subito dopo la procura ha aperto un’inchiesta e chiesto l’intervento dei carabinieri per tutti i rilievi del caso. Ma la sensazione è che tutto vada in archivio. Deciderà il giudice.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.