Lonato, colpito da fucilata lupo nella centrale Esenta

Si è scoperto nella permanenza al Cras Sasso, in provincia di Bologna. Qualche cacciatore lo aveva ferito, riportando la frattura di un gomito poi guarito.

(red.) Il cane lupo cecoslovacco che nelle settimane precedenti a venerdì 10 maggio venne salvato dalla vasca di scolo della centrale idroelettrica di Esenta di Lonato, nel bresciano, in cui era finito, era stato colpito da una fucilata. E’ stato scoperto, come ne dà notizia Bresciaoggi, nel Cras “Monte Adone” di Sasso, in provincia di Bologna, dove l’esemplare viene tenuto in cura.

Si tratta di una femmina e come animale selvatico si è rivelata ancora una volta l’abitudine dei cacciatori a colpire queste specie. Infatti, si era fratturato un gomito di una zampa e nel tempo la ferita si era rimarginata. Ma lo aveva portato allo stress e poi alla paura dopo essere caduto nella vasca a Lonato, quindi salvato dai vigili del fuoco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.