Bagnolo Mella, sospetta discarica abusiva: cantiere sequestrato

Sigilli ad un'area in costruzione da 10mila metri quadrati dove dovrebbe sorgere un centro commerciale e residenziale. Sul posto il Noe dei carabinieri e Arpa.

Bagnolo Mella. Nella mattinata di giovedì 28 luglio a Bagnolo Mella (Brescia) i Carabinieri del NOE di Brescia, con la collaborazione dei Comandi Provinciali Carabinier idi Brescia e Bergamo e dei tecnici Arpa del Dipartimento di Brescia, su disposizione della Procura della Repubblica di Brescia, hanno proceduto al sequestro di un cantiere di circa 10mila metri quadrati, allestito per la costruzione di un centro residenziale e commerciale, con annessa area adibita a verde pubblico attrezzata, nota in paese come ex area Sheratonn.

Effettuate anche perquisizioni a carico del direttore dei lavori, del titolare del permesso di costruire e del responsabile dell’impresa incaricata per la realizzazione dell’opera, poiché ritenuti responsabili, a vario titolo, digestione di rifiuti non autorizzata e realizzazione di discariche abusive, in quanto nell’area cantieristica avrebbero effettuato escavazioni di sabbia e ghiaia non autorizzate provvedendo poi ai successivi riempimenti con rifiuti di cui non si conosce né la natura e né la provenienza.

A breve saranno svolte le necessarie attività di analisi e campionamento da parte del personale di Arpa Lombardia.
Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati, presso gli uffici comunali, gli incartamenti relativi alla progettazione e alla realizzazione delle opere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.