Ghedi, atterrato l’F35 assegnato ai “Diavoli Rossi”

Nella prima mattina di questo giovedì giunto a Ghedi il cacciabombardiere assegnato al 6° Stormo dell'Aeronautica Militare e che si affiancherà ai Tornado.

Ghedi. Nella prima mattina di questo giovedì 16 giugno è atterrato, sulla pista dell’Aeroporto Militare “Luigi Olivari” di Ghedi (Brescia), il primo Velivolo F-35A, identificato dal numero di “tail” 6-01, assegnato al 6° Stormo.
Il più moderno ed avanzato velivolo da combattimento di quinta generazione mai sviluppato in dotazione all’Aeronautica Militare è stato presentato dal Generale di Squadra Aerea Alberto Biavati, Comandante della Squadra Aerea di Roma, dal Generale di Divisione Aerea

Francesco Vestito, Comandante della Prima Regione Aerea e Comando Forze da Combattimento di Milano e dal Comandante dei “Diavoli Rossi”, Colonnello Giacomo Lacaita, insieme ad una folta rappresentanza di autorità militari e civili della provincia di Brescia.
La cerimonia segna un passaggio importante della storia moderna del 6° Stormo, che inizierà ad operare con il proprio personale sul nuovo sistema d’arma, e lo qualificherà sempre più quale Reparto di spicco in seno alle Forze Armate.

I “Diavoli Rossi” potranno concorrere ad aumentare le potenzialità operative di quinta generazione dell’Aeronautica militare oltre a continuare ad esprimere le capacità operative assicurate con il PA-200 Tornado.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.