Quantcast

Manerbio, Italia Viva organizza un aperitivo con la ministra Elena Bonetti

Manerbio. Italia Viva Bassa Bresciana, il prossimo sabato mattina, ha organizzato un incontro con la ministra Elena Bonetti, con deleghe per la famiglia e le pari opportunità, al quale parteciperanno una serie di associazioni del territorio Bassaiolo. Il motivo di questa iniziativa l’ha spiegato a quiBrescia.it il coordinatore del circolo bresciano, Giovanni Braga Dettoni: “Ricorderà che in un passato non troppo remoto, all’incirca fino a quando si poteva ancora esprimere la propria preferenza, la politica nazionale era cosa ben diversa, quantomeno nell’organizzazione territoriale. Molti  parlamentari, una volta eletti, aprivano nel proprio territorio un ufficio dove incontrare i propri elettori e dove ascoltare le problematiche della propria area. Pensare oggi una struttura territoriale simile a questa sembra pensare al medioevo ed invece, neanche due decenni fa, se qualcuno conosceva a fondo un settore, un problema o semplicemente aveva un’idea che avrebbe potuto cambiare in meglio qualcosa, aveva l’opportunità di parlare con chi, per davvero, quel problema lo avrebbe potuto risolvere o quell’idea l’avrebbe potuta sviluppare.

“Negli ultimi anni, purtroppo”, prosegue, “queste sane abitudini sono venute meno, ma sabato mattina abbiamo deciso di invitare tutte le associazioni che operano nel settore del sociale di Manerbio ad un semplice aperitivo con il ministro Bonetti, ma non semplicemente per ascoltare il ministro dall’alto di un palco, ma per poterci dialogare, non in una sala conferenze, ma ad un aperitivo. Sono consapevole si tratti di un modo nuovo di pensare alla politica, ma chi meglio di persone che hanno dedicato la loro intera vita all’aiuto del prossimo possono parlare dei problemi che quotidianamente vivono ed ipotizzarne soluzioni? Mi lasci anticipare la risposta, nessuno. Negli ultimi decenni abbiamo perso quel contatto con chi governa e ci siamo rassegnati alla semplice critica, abbiamo sostituito gli incontri con i talk show televisivi, passando da interlocutori a semplici spettatori.
“Pensiamo che il nostro territorio meriti di più”, ha concluso, “pensiamo che la nostra gente meriti di più, pensiamo che il cambiamento parta dal dialogo ed appunto per questo, dobbiamo lottare fino a quando ne avremo le forze per ripristinare quel contatto fra cittadino e politica, fra buon senso e amministrazione, fra giustizia e sociale. Ed è per questo che mi sento di ringraziare dal profondo del cuore il Ministro Bonetti per essersi messa a disposizione, per venire ad ascoltare, per provare a ripristinare quel contatto che sembrava impossibile ripristinare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.