Quantcast

Trenzano, sequestrarono un 23enne: tre in manette

In manette tre uomini di 45, 36 e 32 anni. A settembre compirono un blitz punitivo nei confronti del giovane che venne sequestrato e picchiato e derubato dell'auto.

Più informazioni su

    (red.) Alle prime ore dell’alba di venerdì 26 novembre, tra Cascina Fenil Nuovo e Travagliato, i Carabinieri del Norm della Compagnia di Chiari e delle Stazioni di Trenzano e Travagliato hanno eseguito tre arresti su ordinanza del Gip del Tribunale di Brescia nei confronti di tre uomini, un 36enne albanese e un 32enne marocchino domiciliati a Travagliato e un agricoltore 45enne di Maclodio.
    Le manette sono scattate per un grave episodio di sequestro di un ragazzo di 23 anni di origine nordafricana avvenuto a metà settembre.
    Il 13 settembre, dopo averlo costretto a fermarsi mentre era a bordo della propria Toyota Yaris per le vie di Trenzano, tre malviventi (uno ancora da identificare) hanno caricato di forza la vittima sulla loro vettura Mercedes per condurlo in una cascina isolata tra Maclodio e Travagliato, in uso all’agricoltore 45enne.

    Qui il ragazzo è stato legato a una sedia e colpito con schiaffi, pugni e una spranga, infierendogli ferite alla bocca e strappandogli alcuni denti con l’uso di una tenaglia. Dopo più di un’ora di violenze, l’albanese e il marocchino hanno sottratto alla vittima 1.400 euro, i documenti, le carte di credito, il bancomat e le chiavi dell’auto, lasciandolo andare via a piedi: la sua vettura non è più stata ritrovata. Il movente del blitz non è ancora noto, ma gli inquirenti pensano a un debito non onorato oppure a un regolamento di conti legato a traffici illeciti.
    I militari della Stazione di Trenzano si sono attivati insieme al Nucleo Operativo di Compagnia per ricostituire il fatto ed individuare i responsabili, ottenendo le misure cautelari restrittive da parte del Giudice per le indagini preliminari.
    Tutti e tre gli arrestati sono stati tradotti nel l carcere di Brescia in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

    carabiniere trenzano

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.