Quantcast

Milzano, nuovo direttore: riapre la farmacia

Dopo due settimane di serrande abbassate riprende l'attività dell'unica farmacia del paese, chiusa da Ats Brescia perchè i titolari non sono vaccinati.

Più informazioni su

(red.) Riapre, dopo una chiusura di due settimane, la farmacia di Milzano, nella Bassa bresciana, la cui chiusura era stata disposta da Ats perchè i tiotlari non erano vaccinati, in contrasto con quanto dettato dalle linee del governo che impongono, per sanitari e per chi opera in ambito medico (quaindi anche i farmacisti) l’obbligatorietà della vaccinazione anti Covid19.

E’ stato nominato un nuovo direttore d’esercizio (vaccinato) ed il presidio potrà dunque riaprire i battenti lunedì 19 novembre.
Soddisfazione per la riapertura della farmacia è stata espressa dal sindaco Massimo Giustiziero che ha rilevato come il presidio farmaceutico sia l’unico presente sul territorio e la chiusura ha provocato disagi soprattutto alle fasce più deboli della popolazione, gli anziani in particolar modo.
Situazione analoga si è verificata a Cimbergo e Paspardo dove farmacia e dispensari sono rimasti chiusi tre giorni perchè la titolare non era vaccinata. Trascorso questo lasso di tempo il presidio è stato riaperto, una volta assolti, da parte della dottoressa, gli obblighi previsti dalla legge.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.