Quantcast

Rissa tra giovani a Ghedi, indagati sei ragazzi residenti nella Bassa

Più informazioni su

(red.) La Compagnia Carabinieri di Verolanuova su disposizione della Procura Ordinaria e per i Minorenni della Repubblica di Brescia, ha dato corso alle perquisizioni domiciliari dei sei giovani tutti della bassa, di cui 3 minori, coinvolti in una rissa avvenuta la sera del primo settembre in Ghedi.
La serrata attività di indagine dei Carabinieri in questi giorni ha consentito l’individuazione dei sei giovani, presenti in due gruppi più ampi ma passivi, responsabili della rissa avvenuta in Ghedi il primo settembre, iniziata con scambi verbali ed offese reciproche nei pressi del parcheggio del McDonalds e terminata nelle vie limitrofe in una rissa. I carabinieri giunti sul posto ed allertati dai cittadini hanno soccorso un ragazzo rimasto a terra, dopo il fuggi fuggi generale, che è stato trasportato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Brescia, ove gli è stata diagnosticata la “frattura dell’orbita occipitale destra” con prognosi di giorni 40.

Le indagini ha permesso di risalire agli autori della rissa scaturitasi per futili motivi e procedere stamane con le perquisizioni domiciliari, durante le quali, oltre il sequestro dei cellulari, sono stati rinvenuti 300 grammi di hashish in possesso di uno dei giovani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.