Quantcast

‘Dei e incantesimi’, giovedì a Roccafranca viaggio nella mitologia

Più informazioni su

(red.) Una serata che si preannuncia magica già dal titolo: “Dei e incantesimi. Fantastici passaggi di stato”; è la proposta della rassegna “Un libro, per piacere!” che giovedì 16 settembre farà tappa a Roccafranca, nel suggestivo cortile dello storico palazzo che ospita la Biblioteca e il Polo Civico.
Filo conduttore della diciottesima edizione di questa rassegna, promossa dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, è la parola Passaggi che in questa serata sarà l’occasione per parlare di miti e dell’intramontabile fascino che essi trasmettono. A farlo saranno Emanuela Troncana alla lettura scenica e la cantautrice Angela Kinczly alla chitarra e canto: un viaggio, tra parole e musica, nella mitologia classica, in quel tempo fantastico in cui gli dei scendevano tra le donne e gli uomini, compiendo incantesimi, meraviglie e guai. Un mondo in cui il passaggio dal magico al reale è continuo e naturale, in un susseguirsi di storie che parlano direttamente alla nostra anima.

Angela Kinczly

L’appuntamento con “Dei e incantesimi” è per giovedì 16 settembre alle ore 21 a Roccafranca, cortile del Polo Civico “Asilo Vecchio”, Vicolo Chiesa 5. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà all’interno.
L’evento è gratuito con numero di posti limitati. Nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, è necessario il possesso del green pass e la prenotazione, telefonando alla biblioteca di Roccafranca 030.7092011 (lun.- ven. 9:00 – 11.00) o mandando una mail a biblioteca@comune.roccafranca.bs.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Celso Vassalini
    Scritto da Celso Vassalini

    Una emozionante serata l’appuntamento con “Dei e incantesimi” di giovedì 16 settembre nella cittadina di Roccafranca.
    Dei e Incantesimi, di Emanuela Troncana NARRAZIONE e da Angela Konczly CHITARRA e VOCE, uscivano lampi, voci e tuoni, accompagnati dalla presenza dei vari Dei, lampi e voci e tuoni e un forte vento e una forte grandinata. Udii una voce dal cielo simile a un fragore di grandi acque e al rumore di un forte tuono; e la voce che udii era come il suono prodotto da chitarra che suonano accompagnate da melodie.
    La generosità di Emanuela e Angela è di averci dato l’onore di accompagnarci nell’olimpo degli dèi che hanno partecipato intensamente alle vicende della serata. Essi sono simili agli uomini nell’aspetto fisico (antropomorfismo) e degli uomini hanno anche qualità, vizi, sentimenti e passioni. Al loro cospetto le donne /e gli uomini eroi provano meraviglia e stupore, ma non li temono: temono solo la Moira (il Fato), che stabilisce il destino degli uomini e al cui volere nessuno può opporsi, nemmeno gli dèi. Gli dèi vivono sull’Olimpo, e stasera sono scesi nella pianura di Roccafranca, la cui paludi accarezzata dal fiume è spesso avvolta da una foschia in magica evanescenza. La voce di Emanuela e la voce-chitarra di Angela ti prende e ti porta via e, allora assapori mille gocce di rugiada che dissetano, mille sensazioni… Emanuela e Angela Oltre a essere le creatrici, e quindi la fonte, delle interpretazioni di altri uomini e donne mitiche del mondo, la loro generosità sciamanica, la loro conoscenza profonda della Natura dei cicli naturali, ed è quindi corretto definirle donne ancestrali.
    Complimenti al Sindaco e alla Responsabile della Biblioteca di Roccafranca per aver avuto il coraggio di proporre Fantastici passaggi di stato… Dedicando la serata alle future generazioni… Che questa visione possa aiutarle a creare dopo la pandemia un mondo nuovo… E che una profonda reverenza si posi sui presenti, un viaggio nella mitologia classica, in un susseguirsi di storie che parlano direttamente alla nostra anima, grazie alle donne Ancestrali, Emanuela Troncana alla lettura e Angela Kinczly alla chitarra e canto.
    – Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita. – William Shakespeare –
    – Il fiorire della filosofia e dell’arte favoriranno la riscoperta della bellezza e l’esaltazione della stessa provvederà a circondare nuovamente di magia e incantesimo la vita dell’uomo. La magia, dunque, si esprimerà nell’io dell’individuo e solo in un secondo momento verrà oggettivata nelle sue forme esteriori per poi incantare anche tutta la collettività.