Quantcast

Bagnolo Mella, preparazione alla bonifica della discarica al Fontanile

165 mila euro il costo del piano di caratterizzazione, a carico del Comune. 40 mila tonnellate di rifiuti sotterrati.

(red.) Per Bagnolo Mella, nella bassa bresciana, la discarica a cielo aperto del Fontanile dell’Arrigo che è stata alimentata nel corso degli anni da ignoti è certamente una patata bollente da affrontare. Soprattutto perché il piano di caratterizzazione e la bonifica sono a carico proprio dell’amministrazione comunale, di fronte al fatto di non essere venuti a capo dei responsabili. Si parla di uno spazio da 4 mila metri quadrati al di sotto dei quali sarebbero state stoccate fino a 40 mila tonnellate di rifiuti.

E ora si entra nel vivo con il piano di caratterizzazione, preparatorio alla bonifica, che richiede un costo di 165 mila euro. In particolare, dovranno essere definiti i confini, i tipi di rifiuti e anche il livello di radioattività. Si procederà, quindi, con gli scavi e le analisi, mentre l’obiettivo finale sarà di riportare l’area a come era all’origine. Su questo fronte il Comune spera in un aiuto della Regione Lombardia e dello Stato centrale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.