Quantcast

Ghedi, raccoglie offerte per finta associazione: denunciato

Un 35enne rumeno è stato identificato e portato in caserma. Ora rischia l'espulsione tramite la prefettura.

Più informazioni su

(red.) Nelle ore precedenti a lunedì 14 giugno un ragazzo di 35 anni rumeno è finito nei guai ed è stato denunciato a Ghedi, nella bassa bresciana, nel momento in cui chiedeva denaro e firme per un’associazione di volontariato attiva tra i disabili. Peccato che quel sodalizio non esistesse e che quindi i soldi raccolti finivano direttamente nelle tasche del finto addetto alla beneficenza. E così per l’uomo, che tra l’altro era incensurato, è scattato il deferimento per esercizio molesto dell’accattonaggio.

Ad accorgersi di lui sono stati i carabinieri della stazione locale impegnati nei consueti controlli e che hanno notato l’uomo vicino al supermercato Famila. Qui hanno voluto controllare la sua attività scoprendo che nell’arco di poche ore aveva incassato già 150 euro. Messo alle strette, è stato portato alla stazione dei carabinieri per essere identificato e denunciato. Ora rischia anche l’espulsione dall’Italia. I 150 euro che avevano ottenuto sono stati sequestrati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.