Quantcast

Pontevico, aggredisce e deruba prostituta: cliente condannato

3 anni e 7 mesi al giovane: per l'accusa avrebbe picchiato e rapinato la "lucciola" pretendendo un'altra prestazione.

(red.) Nelle ore intorno a lunedì 10 maggio un ragazzo di 20 anni residente a Pontevico, nella bassa bresciana, è stato condannato in primo grado in tribunale a Brescia a 3 anni e sette mesi di reclusione in carcere per due diverse situazioni e che sono confluite nello stesso procedimento penale. La sentenza è riportata da Il Giorno. Una di queste accuse era quella di aver inviato lettere di minacce a un carabiniere che più volte lo aveva multato per comportamenti negativi. Ma la pena maggiore riguarda il suo atteggiamento nei confronti di una prostituta.

A casa il 20enne si era visto arrivare una 36enne rumena dopo aver risposto a un annuncio su internet. Poi le versioni sarebbero state discordanti. Secondo il giovane, l’avrebbe rifiutata perché troppo grande di età e avrebbe ricevuto la pretesa di pagare alla donna i 100 euro del disturbo. Al contrario, per la prostituta, il cliente avrebbe preteso una prestazione maggiore rispetto al prezzo e lei si sarebbe rifiutata. Incassando calci, pugni e derubata, come avevano notato anche i carabinieri della compagnia di Verolanuova intervenuti sul posto. E per il giovane è arrivata la condanna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.