Quantcast

Calvisano, fanghi su un terreno agricolo: scatta l’allarme ambientale

L'altro giorno si sono mossi i carabinieri forestali e i tecnici dell'Arpa: probabile uso di fanghi da depurazione.

(red.) Rispetto alla segnalazione iniziale, per fortuna l’allarme ambientale è stato notevolmente ridimensionato, ma l’altro giorno, mercoledì 5 maggio, a Mezzane di Calvisano, nella bassa bresciana, si sono mossi anche i carabinieri forestali e i tecnici dell’Arpa per capire cosa fosse accaduto. In particolare, come riporta il Giornale di Brescia, qualcuno aveva indicato dei fanghi su un terreno agricolo vicino al fiume Chiese. Ma come detto, pare che non sia stato alcun episodio di sversamento, semmai fanghi di depurazione utilizzati in modo non corretto sui campi. I funzionari dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente hanno prelevato alcuni di questi materiali per farli analizzare e verificare eventuali reati ambientali. Già sono stati identificati il proprietario di quel terreno agricolo e l’azienda che si è occupata dello spandimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.