Quantcast

Chiari, 72enne muore schiacciato dal trattore nell’azienda degli amici

Tragica fatalità per Giovanni Remo Gaibotti, schiacciato da un mezzo agricolo che si stava muovendo in retromarcia.

(red.) Ieri mattina, lunedì 26 aprile, un uomo di 72 anni bresciano di Cologne – Giovanni Remo Gaibotti il nome – ha perso la vita in un tragico incidente mentre si trovava all’interno dell’azienda agricola di alcuni conoscenti a Chiari. L’uomo, residente nella vicina via Chiari, aveva raggiunto le campagne per intrattenersi con gli amici e alcune chiacchiere. Ma a un certo punto è stato travolto e schiacciato da un mezzo agricolo in movimento e a bordo del quale il conducente aveva innestato la retromarcia.

Così facendo il 72enne è stato colpito ed è morto sul colpo. Sul posto, dopo l’allerta al 112, si sono mossi i carabinieri della compagnia di Chiari che hanno raccolto i rilievi e stanno continuando a indagare sull’accaduto. Presente anche un’ambulanza, ma per l’uomo non c’era ormai più nulla da fare. Gaibotti, operaio in pensione, lascia la moglie e due figli.

Vista la dinamica, la procura non ha disposto alcuna autopsia ma aperto un’inchiesta per omicidio colposo come atto dovuto a carico del conducente del trattore. Il funerale del 72enne sarà celebrato domani, mercoledì 28 aprile, alle 15 nella chiesa parrocchiale di Cologne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.