Quantcast

Montichiari, raid incendiario al bar: verso richiesta di archiviazione

Ma la titolare intende chiedere al giudice di opporsi. Secondo lei il colpo nell'ambito di infiltrazioni mafiose.

(red.) Era il maggio del 2019 quando all’interno di un bar in via Tre Innocenti a Montichiari, nella bassa bresciana, era divampato un incendio. A distanza di quasi due anni e dopo le indagini del caso, la procura di Brescia si sta avviando a chiedere l’archiviazione del caso. Tuttavia, la titolare del locale ritiene sia stato un attacco incendiario di proposito nei propri confronti e per questo motivo, in occasione dell’udienza preliminare, chiederà che il giudice si opponga all’archiviazione.

Quel giorno dell’incendio la barista aveva scoperto due persone intente a riversare benzina e a dare fuoco con della carta. Un episodio avvenuto dopo anni di distanza da un altro incendio ai danni dell’abitazione della madre della donna. E in tutto questo si parlerebbe anche di persone legate alla criminalità organizzata e infiltrazioni mafiose, ma già condannate e rimesse in libertà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.