Coronavirus a scuola, a Chiari e Urago d’Oglio chiusi due asili

Da ieri fino a fine mese il "Pedersoli" di Chiari e il "Delfarini Marinelli" di Urago interessati dopo le quarantene.

(red.) Gli esperti lo stanno dicendo da tempo: di fronte al fatto che le categorie più fragili e anziani si stanno vaccinando contro il Covid-19, il rischio maggiore di contagio, anche a causa della variante inglese, in questo momento riguarda soprattutto i più giovani e i bambini. A partire, quindi, dall’ambito scolastico. Per questo motivo in provincia di Brescia, nella zona occidentale in questo momento più colpita, si stanno moltiplicando le disposizioni di chiusura delle scuole.

Allo schieramento attuale, si sono aggiunti anche Chiari e Urago d’Oglio dove sono stati chiusi gli asili per poter riprendere solo dall’1 marzo. A Chiari si è deciso per lo stop all’asilo “Pedersoli” dopo l’emersione di alcuni casi positivi tra studenti e personale scolastico che aveva già portato alla quarantena della maggior parte delle sezioni. A Urago d’Oglio, invece, è interessato il “Delfarini Marinelli” che chiuderà da oggi, mercoledì 17 fino alla fine del mese e dopo che quasi la metà delle sezioni erano già state chiuse.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.