Coronavirus, un decesso dal focolaio di Villa Lucia a Montichiari

Una signora è morta per le complicanze. Fa parte dei 13 ospiti che hanno avuto bisogno di essere ricoverati.

(red.) Era la scorsa metà di gennaio quando da Montichiari, nella bassa bresciana, era emerso un focolaio da Covid-19 all’interno degli alloggi della residenza Villa Lucia. E a distanza di quasi un mese, seppure la situazione sia in miglioramento, purtroppo si è registrato il decesso di una signora a causa delle complicanze del virus. La donna fa parte dei 13 ospiti che, tra i 23 positivi su 24 emersi all’interno della struttura, hanno avuto bisogno di essere ricoverati negli ospedali.

Per quanto riguarda gli altri degenti, molti sono stati dimessi e altri sono stati condotti in convalescenza in strutture per post-acuti. Degli altri 10 rimasti isolati nei mini alloggi, la metà sono diventati negativi dopo essere stati controllati e monitorati dalle unità speciali di continuità assistenziale. E per loro la società che gestisce la struttura ha deciso di potenziare l’assistenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.