Bagnolo Mella, prosciolta ma niente comando di Polizia. Cita Comune in tribunale

Basma Bouzid critica di non poter essere comandante: "concorso pubblico che ho vinto non è stato annullato".

(red.) La vicenda del concorso pubblico per il ruolo di comandante della Polizia locale a Bagnolo Mella, nella bassa bresciana, poi vinto dall’agente tunisina Basma Bouzid, era approdata in tribunale portando la donna a incassare una sospensione del servizio pubblico. Ma in seguito lei era stata prosciolta e anche il sindaco Cristina Almici era stata assolta.

Tuttavia, il caso è tornato di attualità visto che la stessa agente, relegata a un altro ruolo all’interno del comando di Polizia locale, ha deciso di citare il Comune in tribunale. E l’udienza, di cui riporta il Giornale di Brescia, sarà il prossimo 25 febbraio alla sezione Lavoro.

Basma Bouzid sottolinea il fatto che il concorso non sia mai stato annullato e che lei ha rivestito il ruolo di comandante dalla fine di dicembre del 2019 fino al primo trimestre del 2020. Poi è arrivato il caso giudiziario che l’ha portata ad essere rimossa dall’incarico, conferito al secondo arrivato al concorso pubblico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.