Quantcast

Coronavirus, a Corzano (scuole chiuse) anche il sindaco è positivo

Nel piccolo paese della bassa sono saliti a 30 i casi positivi. Tra loro anche il primo cittadino Giovanni Benzoni.

(red.) Nei giorni precedenti a mercoledì 27 gennaio il piccolo Comune di Corzano, nella bassa bresciana, era finito sotto i riflettori dal punto di vista del contagio da Covid-19 dopo l’emersione di alcuni positivi in ambito scolastico e che avevano indotto il sindaco Giovanni Benzoni a chiudere l’asilo e le elementari. A distanza di qualche giorno, come riporta il Giornale di Brescia, si ha notizia che nella piccola comunità i positivi sono saliti a circa trenta, tutti a livello scolastico e dopo che si era partiti solo da due casi positivi.

Dal Comune hanno la sensazione che nei prossimi giorni i casi di contagio possano aumentare dopo il vasto giro di tamponi fatto in paese coinvolgendo anche centinaia di studenti tra quelli dell’asilo (costretti a casa) e delle elementari soggetti alla didattica a distanza.

Ma non solo, perché anche lo stesso primo cittadino ha dato notizia del fatto di essere risultato a sua volta positivo, come la moglie e uno dei figli, oltre al padre. In ogni caso, la maggior parte dei soggetti risultati contagiati sono in buone condizioni e asintomatici.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.