Chiari, anziano imprenditore vittima dei ladri in casa. Via soldi e gioielli

Minuti di terrore l'altro pomeriggio per un 78enne. Due malviventi lo hanno legato e picchiato per la cassaforte.

(red.) Sono stati interminabili minuti di terrore quelli vissuti l’altro pomeriggio, giovedì 14 gennaio, da un imprenditore in pensione di 78 anni e residente in via Cristoforo Colombo a Chiari, nel bresciano. E’ rimasto vittima e in balìa di due ladri che, dopo averlo legato, lo hanno minacciato e picchiato fino a quando sono riusciti a farsi dire dove l’uomo custodisse la cassaforte.

Sembra che i due malviventi, con il volto coperto da un passamontagna, abbiano atteso che il padrone di casa, residente da solo dopo la recente morte della moglie, uscisse per qualche minuto e lasciando il garage aperto. A quel punto i due ladri si sono introdotti e hanno immobilizzato l’uomo, al ritorno, legandogli le mani con delle fascette. Poi l’hanno colpito più volte fino a raggiungere la cassaforte da dove hanno prelevato circa 6 mila euro in contanti e gioielli.

In seguito i malviventi sono fuggiti tentando anche inutilmente di scappare a bordo dell’auto della vittima, mentre il 78enne ferito è riuscito a guadagnare l’uscita chiedendo aiuto ai vicini di casa. Questi hanno allertato i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Chiari che hanno ascoltato le testimonianze per risalire ai malviventi. Pare due 30enni con l’accento dell’est Europa. La vittima è stata poi portata in ospedale per farsi medicare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.