Caccia vietata, tre multati nella Bassa. Rete da 300 metri a Montisola

L'attività condotta dalle guardie venatorie volontarie nei giorni scorsi in un periodo in cui la stagione è stoppata.

(red.) Nei giorni precedenti a sabato 2 gennaio le guardie volontarie venatorie di Arci e Legambiente Brescia sono state impegnate in una serie di controlli per verificare eventuali trasgressori della stagione venatoria di caccia, considerando che questa, a causa delle restrizioni sanitarie, è stata sospesa dallo scorso 8 dicembre. E dall’attività non sono mancati i risultati.

Tra le campagne di Calvisano e Carpenedolo, nella bassa bresciana, tre cacciatori sono stati multati. Erano tutti con i loro cani da caccia in un periodo non consentito. Sul lago d’Iseo, invece, a Montisola è stata scoperta e sequestrata una rete da uccellagione di 300 metri. Ma dei responsabili nessuna traccia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.