Quantcast

Milzano, uccise la moglie per gelosia. Procura chiude le indagini

Nel maggio scorso un delitto a coltellate aveva scosso il paese. Il marito accusato di omicidio volontario aggravato.

(red.) Zsuzsanna Mailat, 39enne rumena, è una delle cinque vittime che dall’inizio del 2020 sono state oggetto di femminicidio in provincia di Brescia. Era lo scorso 8 maggio quando il marito Gianluca Lupi, di 41 anni, l’aveva accoltellata nella loro casa di Milzano, nella bassa bresciana. Tutto si era svolto davanti alla più grande dei figli che aveva lanciato l’allarme e portando l’uomo a finire in carcere a Brescia dove si trova attualmente detenuto. La notizia dei giorni intorno a mercoledì 25 novembre è che la procura di Brescia ha chiuso le indagini.

Ed è emerso come l’uomo abbia ucciso la donna per gelosia e non in grado di accettare la fine della relazione. In quella circostanza anche il sindaco del paese Massimo Giustiziero, che passava dal posto, si era mosso dopo aver sentito delle urla provenire dall’abitazione. E in quell’occasione il marito assassino aveva rivelato di aver ucciso la moglie dopo averla vista incontrarsi con un altro uomo.

A questo punto l’uomo, accusato di omicidio volontario aggravato dai futili motivi ha venti giorni di tempo per farsi sentire prima che il magistrato chieda il processo. I loro tre figli sono stati affidati a tre famiglie diverse, ma possono incontrarsi tra di loro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.