Quantcast

Lograto, tenta di corrompere GdF con una mazzetta: condannato

L'imprenditore 65enne aveva presentato 70 mila euro agli agenti che erano impegnati in un controllo del capannone.

(red.) Nelle ore intorno a giovedì 19 novembre un imprenditore di 65 anni residente a Lograto, nella bassa bresciana e attivo nel campo delle manutenzioni meccaniche, si è visto rifilare una condanna a 2 anni e due mesi di reclusione per aver tentato di corrompere alcuni agenti della Guardia di Finanza.

Questi erano impegnati nel controllo di una sua attività lavorativa per verificare che fosse tutto regolare. Ma a un certo punto si sono trovati di fronte 70 mila euro presentati dall’imprenditore con l’intento di chiudere un occhio su qualche irregolarità. Per quel motivo venne arrestato e si era anche visto sequestrare 800 mila euro in contanti. Somma che ora gli è stata confiscata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.