Calcinato, Tar respinge ricorso: discarica Gedit può allargarsi

Secondo il tribunale amministrativo le emissioni aggiuntive provenienti dal sito saranno entro i limiti permessi.

(red.) Sulla base della sentenza pubblicata ieri, mercoledì 11 novembre, dal Tar di Brescia è arrivato di fatto il via libera all’ampliamento della discarica della società Gedit a Calcinato, nella bassa. Infatti, il tribunale amministrativo ha respinto, nel giudizio di merito, il ricorso con cui il Comune, insieme a Legambiente, Sos Terra di Montichiari, Comitato Salute e Ambiente Calcinato, il Coordinamento dei comitati ambientalisti della Lombardia e il Comitato Campagnoli aveva presentato.

In particolare, contro i provvedimenti positivi all’ampliamento da parte della Regione Lombardia e della Provincia di Brescia per l’autorizzazione integrata ambientale. Di conseguenza e alla luce anche della sentenza, la Gedit potrà ampliare la discarica di rifiuti speciali non pericolosi in via Cavicchione Sopra.

E lo stesso tribunale sostiene la possibilità dell’allargamento, visto che le emissioni in più sono previste entro i limiti consentiti. Si parla di due vasche per 180 mila metri cubi e un’altra da 415 mila metri cubi. La stessa società ha anche predisposto un filtro più potente per garantire meno emissioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.