Manerbio, Giunta perde pezzi: due assessori si dimettono

I due ormai ex componenti dell'amministrazione avevano scritto al sindaco Alghisi per un cambio di passo.

(red.) L’amministrazione comunale di Manerbio, nella bassa bresciana, perde pezzi. Ieri, mercoledì 9 settembre, i due assessori al Bilancio e ai Lavori pubblici ed Ecologia Paola Masini e Paolo Vittorielli hanno deciso di rassegnare le loro dimissioni. E con loro, seppur non in giunta, ma in Consiglio comunale, anche la capogruppo Mara Pazzini. I due assessori e la consigliera uscente fanno parte dell’area civica della maggioranza ed erano stati criticati dai colleghi – di amministrazione e Consiglio – per una lettera rivolta al sindaco Samuele Alghisi in cui si chiedeva un cambio di passo.

Gli stessi assessori dimissionari parlano di una rottura inevitabile in giunta nel momento in cui le posizioni politiche sarebbero state molto diverse e parlano anche di “atti di forza ideologici” legati, secondo loro, a pressioni subite dal primo cittadino. A questo punto proprio il sindaco sarà chiamato a nominare due nuovi assessori e a un rinnovo di deleghe. Ma c’era anche un rischio di far cadere l’amministrazione: il sindaco Alghisi è anche presidente della Provincia, ma in base alla legge Delrio il primo cittadino che dovesse decadere non può svolgere il ruolo a capo dell’area vasta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.