Leno, nonno e nipote si ribaltano col quad artigianale. Grave il bambino

Il piccolo soccorso in elicottero verso il Civile. Meno grave il nonno che ora rischia per aver assemblato quel mezzo.

(red.) Ieri pomeriggio, mercoledì 12 agosto, a Leno, nella bassa bresciana, si è rischiato il dramma in occasione di un incidente stradale che dopo le 16 ha coinvolto un quad realizzato in modo artigianale dal titolare 68enne. L’uomo aveva deciso di assemblare il motore di un’auto con altri pezzi di alcune moto costruendo il nuovo manufatto che aveva deciso di provare muovendosi insieme al nipotino di 8 anni. Ma qualcosa non ha funzionato e, percorrendo via Calvisano, la strada che porta verso una serie di aziende agricole, il mezzo di fortuna si è ribaltato in una roggia.

Il pensionato ha riportato ferite non gravi e si è subito occupato di estrarre il nipotino da sotto il quad. Subito dopo sono stati allertati i soccorsi al 112 facendo arrivare gli agenti della Polizia intercomunale, le ambulanze e anche l’elicottero. Proprio a bordo del velivolo è stato imbarcato il bambino, poi condotto in codice rosso al pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Civile di Brescia dove le sue condizioni sono gravi, ma non in pericolo di vita, con tanto di prognosi riservata.

Il 68enne, invece, è stato trasportato alla Poliambulanza. Il quad artigianale è stato sequestrato e ora il pensionato rischia di finire nei guai per aver usato un mezzo senza alcuna immatricolazione e dispositivo di sicurezza, ma comunque circolante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.