Orzinuovi, case e ville nel mirino dei ladri: sono finti carabinieri

Diversi episodi nell'arco di una settimana. I carabinieri, quelli veri, sono sulle tracce di chi sta creando problemi.

(red.) Nei giorni precedenti a martedì 21 luglio alcune abitazioni e ville di Orzinuovi, nella bassa bresciana, sono finite nel mirino dei malviventi. E a rendere ancora più preoccupante, e al tempo stesso singolare, la situazione è il fatto che a muoversi siano stati dei finti carabinieri. Di quanto accaduto dà notizia il Giornale di Brescia sottolineando come i militari si qualifichino, a chi li vede, come carabinieri in borghese.

Tutto era partito una settimana prima e ora i carabinieri, quelli veri, della stazione locale stanno indagando per risalire ai tre malviventi che stanno imperversando. Nel mirino sono finiti la casa parrocchiale del prete don Domenico Amidani dove i malviventi hanno raggiunto la cassaforte e nell’ultimo episodio, il più recente, ai danni di un’insegnante. La donna, sospettosa per quella presenza, ha chiesto loro il tesserino da carabinieri, ma il trio con una scusa si è poi allontanato.

In un’altra situazione, invece, è finita nel mirino un’abitazione in via Zanardelli. E come segnala il quotidiano bresciano, alla fine di luglio è atteso in paese il ministro della Difesa Lorenzo Guerini per la presentazione di un libro. A lui potrebbero essere chieste delle maggiori misure di sicurezza, con un’organizzazione più stabile per i carabinieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.