Manerbio, si addormenta con la sigaretta accesa e resta ustionato

E' successo nel primo pomeriggio di ieri in casa popolare. L'uomo in passato aveva vegliato la madre morta.

(red.) Le fiamme sono divampate in un contesto di degrado. Quello che da qualche settimana precedente a martedì 23 giugno coinvolge un 51enne sottoposto a dialisi per le patologie di cui soffre e residente a Manerbio, nella bassa bresciana. Nel primo pomeriggio di ieri, lunedì, l’uomo si sarebbe addormentato con la sigaretta accesa sul letto nell’appartamento di via Aldo Moro. I primi a lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa che hanno notato il fumo provenire dall’abitazione.

Quindi si sono mossi i vigili del fuoco di Verolanuova con quelli di Brescia che hanno circoscritto e poi spento le fiamme, evitando che raggiungessero appartamenti vicini all’interno della stessa struttura popolare, così come la confinante casa di riposo. L’uomo, cosciente ma che aveva respirato il fumo e riportato diverse ustioni al volto, al torace, alle gambe e alle braccia, è stato prima portato all’ospedale del paese. Ma viste le condizioni gravi, è stato poi trasferito al Centro Grandi Ustionati Gaslini di Genova.

I vigili del fuoco, d’intesa con il Comune, non hanno potuto fare altro che constatare i gravi danni all’abitazione e quindi dichiararla inagibile. Come detto, tutto è avvenuto in un contesto di particolare degrado, visto che l’uomo si trovava in quell’appartamento da poche settimane per un motivo particolare. Per oltre un giorno aveva vegliato la madre 73enne morta e per questo motivo era stato indagato per omissione di soccorso. Una vicenda giudiziaria a suo carico che probabilmente non andrà avanti viste le condizioni attuali da prognosi riservata per le ustioni e anche il suo stato di salute.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.