Quantcast

Azzano Mella, chi era la giovane vittima del tragico frontale foto

Stefano Gritti, 26 anni, era partito da Torbole Casaglia all'alba per raggiungere il posto di lavoro a Barbariga.

(red.) Si chiamava Stefano Gritti, di 26 anni, la vittima del tragico incidente stradale avvenuto ieri mattina, mercoledì 17 giugno, all’alba in territorio di Azzano Mella, nella bassa bresciana, lungo la Quinzanese. Gli agenti della Polizia stradale di Iseo e Brescia, come era emerso nelle fasi iniziali, hanno confermato nella fase di ricostruzione della dinamica che il giovane, alla guida della sua Ford Fiesta, avrebbe invaso la corsia opposta per motivi non ancora accertati.

Intorno alle 6,30 era partito da casa, da Torbole Casaglia, per raggiungere il posto di lavoro da impiegato in un’azienda di Barbariga. Al momento di invadere l’altra corsia, dal senso opposto stava arrivando un camion condotto da un 56enne e l’impatto è stato inevitabile e violentissimo. Tanto che il giovane conducente dell’auto è stato sbalzato dal veicolo e trovato nel campo lungo la carreggiata ormai senza vita. L’autotrasportatore, invece, è rimasto illeso ed è stato sottoposto a tutti i test risultati negativi, quindi in regola.

A confermare la drammatica dei fatti c’è l’idea che il padre abbia appreso della morte di Stefano nel momento in cui era stato avvisato dall’azienda del figlio che il 26enne non si era presentato. A quel punto, non riuscendo a contattarlo, si era rivolto ai carabinieri che lo hanno messo di fronte all’evidenza della tragedia. Il giovane, appassionato di musica suonando il basso, giocava a calcio militando nella squadra di Torbole. Aveva frequentato il liceo Lunardi di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.