Coronavirus, militari russi alla Rsa di Pontevico per sanificare

Un contingente di 75 medici e infermieri militari russi per pulire e disinfettare le stanze degli anziani ospiti.

(red.) Ieri, mercoledì 22 aprile, sono stati nelle case di riposo di Orzinuovi, Orzivecchi e Barbariga, nella bassa bresciana, che dipendono da un’unica Fondazione. E oggi, giovedì, sarà il turno della Rsa di Pontevico. Si tratta del contingente di medici e infermieri militari russi che, dopo essersi occupati della bergamasca, stanno procedendo nel bresciano con la sanificazione delle case di riposo.

Accompagnati da sette uomini dell’esercito italiano del reggimento Cbnr, i tre gruppi di russi da 25 uomini ciascuno hanno ripulito ieri le tre case di riposo dove l’emergenza da coronavirus ha ucciso 57 ospiti. Ad accoglierli c’era anche il sindaco di Orzinuovi Gianpietro Maffoni, mentre nel frattempo si sta cercando una soluzione bresciana dove far alloggiare i 75 militari invece del continuo percorso andata e ritorno verso Bergamo.

Ma intanto, come dà notizia il Giornale di Brescia, dalla Fondazione a capo delle tre case di riposo intorno a Orzinuovi fanno sapere di aver avuto in programma un piano che avrebbe potuto evitare questa ecatombe. Cioé quello di trasferire tutti i pazienti con sintomi Covid nella struttura di Barbariga e gli altri sani nelle altre due strutture. Ma l’Ats avrebbe bocciato il piano. E intanto anche qui nei giorni scorsi sono arrivati i carabinieri dei Nas che hanno acquisito documenti e cartelle cliniche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.