Manerbio, ha fretta di nascere e viene alla luce in auto

Il piccolo Mirko è nato martedì sera in auto con cui la madre stava raggiungendo l'ospedale del paese bassaiolo.

Più informazioni su

(red.) Finalmente una bella notizia che arriva dalla bassa bresciana e di cui scrive il Giornale di Brescia. Martedì sera 24 marzo, infatti, una donna ha dato alla luce il proprio piccolo mentre in auto stava raggiungendo il vicino ospedale di Manerbio. Tutto è partito da Remedello, dove Debora Toselli di 39 anni abita con il compagno Maurizio Nicocelli e il loro bambino Mattia di 2 anni.

Incinta del secondo figlio, il termine era previsto il 2 aprile, ma martedì sera intorno alle 22 la donna ha accusato i primi dolori. Quindi si è messa in auto accompagnata da Maurizio e nel frattempo aveva avvisato che sarebbe arrivata a Manerbio. L’ospedale più vicino, quello di Asola, infatti, aveva chiuso il reparto nascituri per l’emergenza sanitaria in corso e quindi il presidio ideale era quello di Manerbio.

Ma poco prima di arrivare a destinazione il piccolo Mirko è nato tra le braccia della madre. Mamma e figlio sono ora ricoverati in buone condizioni in ospedale. E vista la situazione contingente, la donna non può ricevere visite e solo una alla volta può vedere il proprio nascituro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.