Quantcast

Green Hill, portano via cani beagle: assolti gli attivisti

Ieri l'assoluzione nei confronti di undici animalisti. Nel 2012 avevano portato all'esterno decine di cani.

(red.) Nella giornata di ieri, mercoledì 4 marzo, la Corte d’Appello di Brescia ha assolto tutti gli undici imputati dall’accusa di aver sottratto decine di cani beagle dall’allevamento Green Hill di Montichiari. E per il giudice c’è chi non ha commesso il fatto o per i quali il fatto non rappresenta un reato. Era l’aprile del 2012 quando gli attivisti avevano raggiunto la struttura e portando all’esterno quasi settanta cani dall’allevamento poi chiuso.

In seguito l’edificio era stato sequestrato e i vertici condannati per maltrattamento e uccisione di animali. Quell’azione di protesta di portare via decine di animali aveva fatto finire a processo dodici attivisti. Uno di loro era già stato assolto in primo grado e gli altri condannati.

In seguito l’appello aveva ribadito le condanne, ma la Cassazione le aveva annullate chiedendo alla procura di valutare se quell’azione di protesta fosse stata organizzata o improvvisata. E ieri, al termine del secondo processo di appello, sono stati tutti assolti. Ora si attenderanno le motivazioni nell’arco di due mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.