Chiari, giovane contro i clienti di un bar e i carabinieri: arrestato

Sabato notte 26enne ha aggredito i militari e danneggiato la loro auto nel tentativo di sottrarsi ai controlli.

(red.) Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 gennaio scorsi i carabinieri bresciani del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Chiari hanno arrestato un 26enne tunisino in un bar del paese. E’ successo tra viale Teosa e via Milano dove il nordafricano importunava e dava fastidio agli altri clienti. Nel momento in cui sono arrivati i militari il giovane ha tentato di sottrarsi al controllo aggredendoli con calci e pugni.

Durante la colluttazione ha anche danneggiato l’auto di servizio graffiando la fiancata e rompendo lo specchietto retrovisore. Una situazione che ha indotto i carabinieri a usare la bomboletta spray per immobilizzarlo e poterlo arrestare.

L’uomo è accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento e rifiuto d’indicazione sulla propria identità. E’ stato sottoposto al rito per direttissima e il giudice ha convalidato l’arresto disponendo l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.