Carpenedolo, lite tra ubriache e drogato: arrivano i Cc

Giovedì notte i militari hanno risposto a una segnalazione. Ma è tutto da capire vista la condizione dei tre.

(red.) Nella notte tra giovedì 9 e ieri, venerdì 10 gennaio, un’ambulanza e una pattuglia dei carabinieri hanno raggiunto una casa in via Gramsci a Carpenedolo, nella bassa bresciana, da dove era stato lanciato un allarme per una presunta aggressione. A chiamare il 112 sono state due donne 40enni, l’una rumena e l’altra italiana, che però erano parse su di giri dopo aver alzato troppo il gomito.

Hanno raccontato alle forze dell’ordine di essere state malmenate da un 40enne rumeno con cui avevano trascorso insieme la serata. Ma la loro versione è tutta da valutare. Di certo non presentavano segni di violenza e non si sono fatte nemmeno portare in ospedale. Secondo quanto hanno potuto appurare i carabinieri, il 40enne padrone di casa e sotto l’effetto di droghe avrebbe iniziato a lanciare minacce e insulti alle due donne che pensava lo avessero derubato.

La presunta aggressione è poi andata avanti in strada e i vicini di casa hanno chiesto l’intervento dei militari. La ricostruzione dei fatti deve essere ancora chiarita, ma vista la condizione in cui i tre si presentavano, il caso potrebbe anche chiudersi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.