Tratto incompiuto tra Orzinuovi e Orzivecchi diventa una discarica

Qualcuno ha rimosso la barriera in cemento che vietava l'ingresso, portando a scaricare i residui delle feste.

(red.) Quel tracciato di tangenziale tra Orzivecchi e Orzinuovi, nella bassa bresciana, era stato sequestrato e poi di nuovo liberato nel momento in cui si era scoperto che al di sotto erano stati interrati degli scarti industriali. A questo scempio, confermato anche a livello giudiziario con tanto di processo concluso con una serie di condanne, se ne aggiunge un altro. Durante le feste di Natale, come dà notizia Bresciaoggi, qualcuno ha pensato di spostare la barriera in cemento che era stata posta sul luogo per evitare di accedere alla strada attualmente incompiuta.

E di conseguenza c’è chi ha approfittato di quello spazio per renderlo una discarica di rifiuti di avanzi e residui delle feste. Nelle ore precedenti a mercoledì 8 gennaio la Provincia di Brescia si è mobilitata per rimuovere tutti quei rifiuti e porre di nuovo la barriera all’ingresso. Il cantiere stradale, come detto, è fermo da anni dopo aver trovato scorie di acciaieria potenzialmente inquinanti, cromo esavalente e altri elementi chimici nell’asfalto.

Una situazione che ha portato nel 2015 al processo a oltre 22 anni di reclusione nei confronti dell’imprenditore Pierluca Locatelli e di altri. L’opera di completamento della strada, già finanziata, sarà realizzata da Centro Padane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.