Gambara, gatta muore dopo i colpi di carabina a Capodanno

Giovedì il felino è morto dopo un tentativo di intervento chirurgico dal veterinario. Troppo gravi le ferite.

(red.) Potrebbe essere stata colpita da qualcuno che ha festeggiato il Capodanno a suon di colpi di fucile una gatta di 9 anni che giovedì 2 gennaio è morta dopo un estremo tentativo di intervento chirurgico da parte del veterinario. Succede a Gambara, nella bassa bresciana, dove Briciola, questo il nome dato all’animale, era tornata a casa dalla padrona dopo aver girato per via Arturo Benedetti Michelangeli, in zona. Subito la titolare nel pomeriggio di Capodanno aveva notato che la gatta zoppicava e faticava a camminare.

Quindi aveva allertato il veterinario a Ostiano facendogli controllare il felino. Il medico ha poi verificato un pallino che aveva perforato un rene e un altro all’altezza dell’intestino. Colpi esplosi da una carabina ad aria compressa e che avevano centrato l’animale durante il suo giro.

L’operazione da parte del professionista era parsa subito complicata e non risolutiva, tanto che il giorno dopo la gatta si era svegliata dall’intervento, ma in seguito è morta. La proprietaria ha già raccontato l’episodio ai carabinieri e ha annunciato di presentare una denuncia contro ignoti per risalire a chi ha sparato all’animale. Tra l’altro, un reato penale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.