Quantcast

Montichiari, prende tasse da quota migranti

Un imprenditore moroso per 168 mila euro si vedrà "detrarre" dal municipio una parte del contributo che incasserà dall'ospitalità degli stranieri in paese.

Più informazioni su

(red.) Certamente farà discutere, ma potrebbe trovare una lunga serie di cori positivi, la decisione presa dal comune bresciano di Montichiari nei confronti di un imprenditore. Quest’ultimo, infatti, attraverso la propria attività non ha versato tasse all’ente locale per una cifra arrivata a 168 mila euro, compresi gli interessi. Tra l’altro, il cittadino moroso è noto in paese perché proprietario di edifici dove sono ospiti 120 migranti.

Una vera e propria attività che si può definire di business se si tiene conto che per ogni straniero, al giorno, il privato ospitante incassa 32 euro. Così il comune, come scrive Bresciaoggi, ha deciso di puntare proprio su quel tesoretto per rivalersi e riuscire a incassare le imposte dovute. Il privato sarà destinatario, da parte del ministero dell’Interno, della quota con cui compensare le spese di ospitalità per gli stranieri. Ma una parte di quel denaro, invece di finire nelle tasche dell’imprenditore, arriveranno nelle casse comunali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.