Quantcast

Pontoglio, sospese le ricerche del 36enne Sammy

Carabinieri, vigili del fuoco e volontari sono stati impegnati giovedì e venerdì, ma senza risultato. Le operazioni si fermano in attesa di nuovi elementi.

(red.) Non si trova da nessuna parte Sammy Fabio Mahmoud Moussa Alì Desaky, il 36enne scomparso da lunedì 8 agosto dalla sua casa di Pontoglio, nel bresciano. Il giovane italiano, di origine egiziana, titolare di una pizzeria nel quartiere Carmine, al centro storico di Brescia, era uscito dall’abitazione senza cellulare e non ha più fatto rientro. A dare l’allarme mercoledì pomeriggio ai carabinieri era stata la sorella che per due giorni non aveva visto il familiare. Dopo due giorni di ricerche, tra giovedì e venerdì, non è stato ottenuto alcun risultato e per questo motivo i volontari e le forze dell’ordine hanno deciso di sospendere le operazioni, almeno fino a quando non spunteranno nuovi elementi.
Giovedì la macchina dei soccorsi si è mossa tra le campagne circostanti, mentre venerdì è stato scandagliato il fiume Oglio fino a Urago in lungo e in largo, sponde comprese, oltre al torrente che scorre parallelo a poca distanza. L’attività ha impegnato i vigili del fuoco di Brescia, Palazzolo e Darfo, i sommozzatori del comando provinciale di Milano, gli operatori dello speleo alpino fluviale della Regione e un elicottero arrivato dalla Malpensa. Ma non è stato trovato nulla riconducibile allo scomparso, a parte un paio di scarpe e un boxer che, però, erano dispersi da settimane, quindi non appartenenti a lui.
Secondo gli operatori, il 36enne potrebbe essere finito anche nella vicina provincia bergamasca. L’unico indizio, di cui scrive il Giornale di Brescia citando fonti investigative, riguarda quanto detto dalla sorella ai carabinieri nella denuncia di scomparsa. Sammy, infatti, le avrebbe rivelato di aver ricevuto minacce e per questo motivo sarebbe uscito di casa con un bastone e dicendo di andare dove nessuno avrebbe potuto trovarlo. Il giallo si infittisce.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.