Quantcast

Brescia, protesta contro il Green Pass

In via Orzinuovi appeso uno striscione polemico contro il nuovo provvedimento varato giovedì dal Governo.

Più informazioni su

(red.) Le nuove disposizioni del governo in materia di Green Pass fanno già discutere: divisioni nel mondo politico e, anche, fra i cittadini.

A Brescia, in via Orzinuovi, nella mattinata di venerdì 23 luglio, è apparso uno striscione, a firma “Brescia ai bresciani”, che recita: “Ci avete tolto la sanità, ci avete dato il green pass“.

Nel documento, varato giovedì da Palazzo Chigi, è stato deciso che, a partire dal 5 agostoper cenare e sedersi all’interno di bar e ristoranti sarà necessario il Green Pass. Chi non avrà il certificato, potrà comunque consumare al bancone dei locali, senza però raggiungere i tavoli. Discorso analogo anche per i cinema e i teatri: senza Green Pass non si potrà accedere agli spettacoli. Continuano a restare chiuse al pubbliche le discoteche. Sembra che il provvedimento resterà invariato fino alla fine dell’emergenza, che sarà prorogata fino al al 31 dicembre 2021.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.