Provincia e Acb in prefettura: “Fuori Brescia dalla zona rossa” fotogallery

I sindaci bresciani hanno chiesto al governatore Fontana di escludere la nostra provincia dalle norme più severe.

(red.) Provincia di Brescia, insieme con Acb si è fatta portavoce dei sindaci e ha chiesto al governatore della Lombardia maggiore trasparenza e restrizioni meno severe per il nostro territorio. In una missiva sottoscritta da Samuele Zanni e Roberto Alghisi, si chiede al numero uno di Palazzo Pirelli “che sia data massima trasparenza ai dati valutati per la collocazione della Regione Lombardia in zona rossa, con l’analisi degli stessi disaggregata per il territorio della provincia di Brescia e tenuto conto delle specifiche dinamiche di alcuni dei parametri rilevati. Si chiede poi, alla luce dei dati stessi e dell’andamento del rischio epidemiologico, “che l’intero territorio della Provincia di Brescia venga esentato dall’ applicazione delle misure di cui al comma 4 dell’art. 3 del DPCM 3.11.2020″.

 

Il documento è stato scritto al termine della protesta di un gruppo di sindaci che si è tenuta a Palazzo Broletto nel pomeriggio. Nell’occasione gli amministratori hanno incontrato anche il prefetto. ECCO LA MISSIVA SPEDITA: Richiesta recesso zona rossa 05.11.2020

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.