Passirano, 80 multe al giorno: tutti contro il semaforo

Dalla fine di novembre un sistema sanziona anche chi sconfina nell'altra carreggiata. 500 mila euro di sanzioni.

(red.) Nel territorio comunale bresciano di Passirano e in altri paesi vicini si è scatenato un dibattito dopo l’installazione, alla fine di novembre, di un semaforo dotato di un particolare sensore all’incrocio tra le vie Europa e Chiesa, nella frazione di Camignone. Ma come detto, non interessa solo il paese, perché quel tratto permette agli automobilisti di proseguire verso la provinciale Sebina e anche verso la sp 47 per Ome e Monticelli Brusati.

Il sistema elettronico rileva i mezzi che infrangono ciò che indica il semaforo. Ma è sorprendente il fatto che nell’arco di un mese e mezzo, dal momento appunto dell’installazione, sono state emesse 500 mila euro di multe, cioé la media di 80 al giorno, oltre alla decurtazione di 6 punti dalla patente.

La protesta di quanti hanno ricevuto le sanzioni riguarda soprattutto chi da una carreggiata si muove verso l’altra e che viene punita dal nuovo sistema. Un record di multe che nemmeno in Comune si aspettavano, ma ora decine di automobilisti si dicono pronti a fare ricorso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.