Quantcast

Egiziana sdraiata su una panchina: multata. Polemica

L'associazione Diritti per tutti attacca la Polizia Locale per la sanzione ai danni di un'anziana lo scorso aprile al parco cittadino di via Franzinetti.

Più informazioni su

(red.) E’ scoppiata una polemica a Brescia, in città, dopo che lo scorso 19 aprile una donna egiziana di 75 anni è stata multata da due agenti della Polizia Locale perché si sarebbe sdraiata su una panchina al parco di via Franzinetti. A denunciare l’episodio, ieri, venerdì 3 maggio, è stata l’associazione “Diritti per tutti” insieme alla diretta interessata e sottolineando il fatto che l’anziana non fosse in una posizione contraria al decoro urbano come invece ritenevano i due vigili. E’ stato anche precisato che la 75enne soffre di una particolare patologia cardiovascolare che le impone di tenere i piedi sollevati e come richiesto dal medico.

Ma gli agenti, vedendola in quella posizione e impossibilitati a parlare con lei perché egiziana, le hanno dato una multa da 50 euro. Secondo l’associazione che ha denunciato l’episodio, nel clima di ostilità generale verso i migranti sarebbe coinvolta anche la Polizia municipale. Il sodalizio ha anche sottolineato il fatto che quel giorno al parco c’erano molte altre panchine disponibili, quindi non avrebbe provocato alcun tipo di problema e per giunta è stata sanzionata davanti alla presenza dei nipoti che in quel momento stavano giocando.

E ieri è stato anche rimarcato che si tratta della seconda volta di un episodio del genere dopo quello avvenuto nel settembre del 2018 ai danni di una 78enne marocchina che aveva appoggiato la testa su una panchina per un problema medico. E nel caso più recente, la vittima è rimasta talmente colpita da quel provvedimento da non raggiungere più l’area verde per diversi giorni. A questo punto l’associazione chiede che palazzo Loggia modifichi la norma sul decoro urbano prevista nel Codice di Polizia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.