Quantcast

Diritti per Tutti occupa la sede di A2A

Una cinquantina di manifestanti ha bloccato l'ufficio che aveva tagliato le utenze di una famiglia di Sarezzo, rimasta senza reddito.

(red.) Atto dimostrativo dell’associazione Diritti per Tutti, che da tempo si batte contro gli sfratti per morosità incolpevole in provincia di Brescia. Intorno alle 10 del mattino di martedì 14 ottobre, una cinquantina di attivisti si è portata in via Lamarmora, presso la sede di A2A, e ha occupato l’ufficio dell’utility che si occupa dei contratti. I manifestanti hanno chiesto il riallaccio della utenze di una famiglia di Sarezzo, che da un mese, con una figlia di 7 anni e un bambino di 5 mesi, si trova senza corrente.
L’occupazione è proseguita fino alle 16,45, quando il comune triumplino ha accettato di fare da garante per le bollette insolute della famiglia marocchina, rimasta senza reddito e pertanto non in grado di sostenere le spese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.