Orio chiuso, ambientalisti festeggiano

Un centinaio di attivisti di Legambiente ha voluto assaporare con un tratto in bici il silenzio dopo il blocco degli aerei

(red.) Girotondo ambientalista attorno all’aeroporto di Orio al Serio per salutare la chiusura momentanea dei lavori di rifacimento della pista.
Un centinaio di persone ha voluto assaporare con un tratto in bici il silenzio che ha preso il posto del solito rumore. Legambiente, come dichiara il responsabile trasporti Dario Balotta, ha chiesto una drastica riduzione dei voli e i trasferimento dei quelli notturni nel vicino scalo vuoto di Montichiari, nella provincia di Brescia. «Orio e’ lo scalo più stressato della Lombardia ed è posto in mezzo alle case di due quartieri di Bergamo e di molti paesi limitrofi con ingenti danni alla salute delle popolazioni limitrofe».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.