Quantcast

Iseo, arriva la marcia delle roulotte “scomode”

Organizzata per domenica 15 settembre un’ iniziativa di protesta contro il provvedimento di Soprintendenza e Comuni che vuole abbattere le roulotte «fuori norma».

Più informazioni su

(red.) È battaglia all’ultima roulotte nel Sebino bresciano. Per rispondere alla presa di posizione della Soprintendenza e dei Comuni lacustri che, lo scorso luglio, avevano fissato un ultimatum di 90 giorni per la rimozione delle roulotte «fuori norma», i campeggiatori stanziali del lago d’Iseo hanno organizzato una marcia «per rivendicare il diritto a un turismo low cost».
Così, partirà domenica 15 settembre, alle 10, dai campeggi di Clusane in direzione Iseo, il percorso di quanti, proprietari di una delle tante roulotte “scomode”, non intendono darsi per vinti. Il provvedimento della Soprintendenza si era reso necessario dopo che, in seguito ad alcuni sopralluoghi, era emerso che la stragrande maggioranza delle roulotte presenti nei campeggi sebini era stata trasformata, di fatto, in piccole residenze prive delle caratteristiche di mobilità richieste dalla legge.
La marcia, a cui, parallelamente, si è aggiunta una raccolta firme che ha toccato quota 1.500, avrebbe come obiettivo, secondo gli organizzatori, la sensibilizzazione dei sindaci del lago bresciano nei confronti di un problema che coinvolge 10mila turisti, destinato a intaccare, dalla prossima estate, un indotto annuo pari a circa 15milioni di euro.  La richiesta dei campeggiatori è semplice: Comuni, Provincia e Regione si adoperino per modificare la legge edilizia sui campeggi, introducendo nuove regole che riconoscano la stanzialità low cost.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.