Quantcast

Roncadelle, “referendum sul centro commerciale”

Una petizione sottoscritta da oltre 500 persone ha riportato la battaglia dei piccoli commercianti in Consiglio comunale. Ma l’amministrazione non cambia idea.

(red.) Alla seduta consiliare del Comune di Roncadelle del 4 giugno era presente anche Alessio Merigo, direttore generale della Confesercenti di Brescia.
Al centro della questione, la battaglia portata avanti dai piccoli commercianti di Roncadelle e la petizione, sottoscritta da più di 500 persone, che punterebbe a bloccare il progetto, per altro già approvato in via definitiva dal Comune, per la realizzazione di un nuovo centro commerciale.
Il progetto della struttura, che verrà realizzata nell’area limitrofa all’Ikea dalla società Mella 2000, prevede un investimento di circa 80 milioni di euro e da almeno dieci anni è causa di discussioni. I commercianti locali, preoccupati per le possibili implicazioni della realizzazione del progetto sull’economia locale, negli ultimi mesi hanno serrato le fila, fino alla presentazione, nei giorni scorsi, della petizione contro il progetto al sindaco Michele Orlando.
Inoltre, è stato richiesto un referendum popolare per coinvolgere i cittadini di Roncadelle nella decisione. L’Amministrazione comunale, nonostante anche l’opposizione si sia dimostrata contraria al progetto, tuttavia, ha ribadito che il centro commerciale si farà, rispondendo punto per punto alle perplessità sollevate nella seduta consiliare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.