Quantcast

Brescia, presidio bis per i permessi ‘lenti’

Lo hanno promosso, per mercoledì 22 maggio, dalle 10, l'Associazione Diritti per tutti, Cross Point e Presidio della gru in via Lupi di Toscana.

(red.) Presidio davanti all’Ufficio unico della Prefettura di via Lupi di Toscana a Brescia per protestare contro “la lentezza esasperante con cui sono esaminate le domande della sanatoria 2012”. Lo hanno promosso, per  mercoledì 22 maggio, dalle 10, l’Associazione Diritti per tutti, Cross Point e Presidio della gru.
“Nel settembre scorso”, si legge in una nota, “furono presentate 5200 richieste di regolarizzazione e fino ad oggi ne sono state prese in considerazione e valutate circa 400: andando avanti di questo passo serviranno anni per espletare tutte le pratiche e tra l’altro molte saranno rigettate”.
“Intanto”, viene sottolineato, “gli immigrati vivono in condizioni di assoluta incertezza e precarietà, senza i minimali diritti garantiti dal permesso di soggiorno, senza poter rientrare nel paese di origine nemmeno in caso di lutti o di malattie di famigliari. Nelle comunità di immigrati la tensione sale. Alle 11 incontro con la stampa al termine dell’incontro che si svolgerà con il viceprefetto e con la responsabile dell’Ufficio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.