Quantcast

Pcb alla Calvesi, atleti ‘si allenano’ in p.zza Loggia

Gli sportivi "orfani" del campo sportivo di via Morosini hanno inscenato una manifestazione davanti al Comune per chiedere la bonifica della struttura.

(red.) Dopo le mamme della scuola Deledda, la protesta contro il Pcb è stata portata in piazza anche dagli atleti bresciani, “scippati” del Campo Calvesi dove solitamente si allenano, perché la struttura sportiva è stata posta sotto sequestro preventivo dalla procura di Brescia per l’inquinamento legato alla Caffaro. Ora la conferma della convalida dei sigilli al campo d’atletica.
All´origine del provvedimento ci sarebbe la violazione sistematica dell´ordinanza sindacale che proibisce di calpestare l´erba.
E venerdì, gli atleti “orfani” dell’abituale luogo di allenamento, hanno deciso di spostare la propria attività in piazza Loggia, sotto le finestre dell’amministrazione comunale. Alla manifestazione hanno preso parte anche Kollettivo studenti in Loggia, Collettivo universitario autonomo, Coordinamento SOS scuola, Rete antinocività bresciana.
“La dichiarata inagibilità, a causa del conclamato inquinamento da pcb del glorioso campo Calvesi”, si legge in una nota congiunta, “pone società e atleti nella drammatica situazione di non avere più un luogo dove svolgere le proprie discipline sportive”. Viene chiesto anche che “la bonifica dell´area Caffaro” sia posta “tra le più urgenti priorità della nuova amministrazione ed in particolare l´immediato risanamento dei giardini delle scuole, dei parchi pubblici e dello storico impianto di via Morosini, teatro oltretutto, fino alla recente chiusura, di corsi indirizzati ai bambini per un loro avviamento all´atletica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.