Quantcast

Brescia, ‘lavoratore in croce’ davanti all’Inps

Il flash mob di "Brescia solidale e libertaria per i beni comuni' per puntare l'attenzione, alla vigilia del 1°Maggio, sulla crisi occupazionale.

(red.) Un lavoratore in croce, piegato dalla crisi e dalla mancanza di opportunità. E’ questa la protesta messa in scena lunedì, davanti alla sede Inps di via Benedetto Croce da “Brescia solidale e lebertaria per i beni comuni”, alla vigilia della festa del 1° Maggio, tradizionalmente dedicata ai lavoratori.
Durante il flash mob è stato anche distribuito un volantino, con le ragioni dell’iniziativa.
“Ci hanno crocefisso, lasciandoci in eredità anche un ambiente malato, utilizzando proprio il lavoro (che ci hanno poi tolto…) come arma di ricatto”, mentre il tasso di occupazione continua a scendere “al 56,4% nel dicembre 2012, il valore più basso dal 2002” e quello di inattività è “al 36,4%”. “Brescia solidale e libertaria”, prosegue il manifesto distribuito lunedì in città, “chiede un assessorato al Lavoro che abbia la capacità di coordinamento e d’indirizzo tra gli assessorati all’Ambiente, al Turismo, ai Trasporti, al Commercio e all’Edilizia”, perchè “possano nascere opportunità occupazionali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.